Come esaltare un piatto? Basta scegliere il vino giusto

Brasato al Chianti Riserva Da Vinci

26/02/2014

Perché iniziare la nostra rubrica con un piatto che, solo apparentemente, sembra lontano dalla nostra tradizione?

 

La Toscana ha dei piatti che pur non chiamandosi “brasato” in realtà altro non sono che proprio brasati come ad esempio il Peposo. In secondo luogo questi  sono piatti invernali per eccellenza, ma soprattutto uno dei due protagonisti del piatto è il vino ed in questo caso il Chianti Riserva Da Vinci.

 

Ci sono tre “trucchi” per preparare un ottimo brasato:

 

In primo luogo la scelta del taglio di manzo da utilizzare. E’ fondamentale utilizzare quelli che rendono al meglio con le lunghe cotture, io amo la guancia, uno dei tagli del così detto quinto quarto poco utilizzato dalla clientela, quindi abbastanza economico, ed estremamente saporito.

 

Il secondo trucco è rosolare bene la carne da tutti i lati in modo da sigillarla e far rimanere tutti i succhi al suo interno prima dell’aggiunta del vino.

 

Terzo, ma non meno importante, utilizzare un buon, anzi un ottimo vino, e quindi mai scelta fu più azzeccata del Chianti Riserva Da Vinci.

ABBINA QUESTA RICETTA CON:

Da Vinci Chianti Riserva

X
Questo sito utilizza alcuni cookie: Vuoi saperne di più? Accetto